Settimana a tema: zombie. Shaun of the Dead (import. da sneakapeakblog)

Come reagirebbe un inetto abitudinario all’attacco degli zombie? Se non ve lo siete mai chiesti, allora vi consiglio di guardare Shaun of the Dead (in italiano L’alba dei Morti Dementi).

Shaun of the Dead – Una commedia romantica. Con gli zombie.

Il film britannico del 2004, diretto da Edgar Wright, vuole essere un omaggio in chiave horror-comica ai cult di Romero, quali Dawn of the Dead (conosciuto internazionalmente anche con il titolo Zombi), Night of the Living Dead (in italiano La notte dei morti viventi), e Day of the Dead (qui Il giorno degli Zombi).
Nonostante sia stato proiettato in soli 607 cinema a livello mondiale, ha guadagnato oltre 30 milioni di dollari, ha vinto numerosi premi, e ha ricevuto diverse nomination ai BAFTA.

Shaun (Simon Pegg) è un commesso senza alcuno scopo nella vita, se non quello di difendere l’amico nullafacente Ed (Nick Frost) dalle critiche del coinquilino comune Pete (Peter Serafinowicz), giocare con i videogame, e bere al Winchester Tavern.
In seguito ad una lite con la fidanzata Liz (Kate Ashfield), dovuta al ripetersi di serate sempre uguali al Winchester in compagnia di Ed, Shaun decide di organizzare una cena romantica per farsi perdonare, ma dimentica di prenotare il ristorante, andando incontro alla rottura della relazione con Liz.
Per cercare di far divertire l’amico depresso in seguito all’abbandono della fidanzata, la sera Ed lo porta al solito pub in cui i due si ubriacano, senza prestare la minima attenzione ai particolari intorno a loro che preannunciano l’imminente catastrofe.
Tornati a casa, i due rimangono svegli fino alle quattro del mattino, ascoltando musica ad alto volume, e svegliando così Pete. Dopo essersi sfogato e aver insultato i due amici, quest’ultimo gli racconta che durante la giornata è stato aggredito da qualche sconosciuto che l’ha morsicato alla mano, e torna a dormire.
La mattina dopo, andando al supermercato, Shaun cammina per strade desolate, di fronte a giardini in cui si trovano corpi dilaniati, addirittura uno zombie gli si avvicina al grido di “hhhhhhhhhhh”, e lui risponde con noncuranza “scusa amico, non ho spiccioli”, mentre sorseggia la sua Diet Coke mattutina.

Tornato a casa, si siede sul divano e comincia a fare zapping. Intravede telegiornali a cui però non dà importanza, ma comincia a sentire strani collegamenti tra le frasi di una rete televisiva e l’altra.  Appena si sofferma su una notizia, Ed gli fa notare la presenza di una donna nel loro giardino, i due escono e, mentre cercano di attirare la sua attenzione, la donna li aggredisce. Shaun, per difendersi, la spinge e lei cade conficcandosi su un tubo di metallo. I due si accorgono che qualcosa non quadra, perché la donna si rialza come se niente fosse accaduto, e intanto arriva un altro aggressore. Rintanati in casa, finalmente ascoltano il telegiornale, capiscono che si tratta di zombie e  scoprono come renderli inoffensivi. Usciti nuovamente in giardino, dopo aver effettuato una veloce selezione dei peggiori vinili della collezione di Shaun (da lanciare addosso agli zombie come se fossero shuriken), cambiano armi, e con vanga e mazza da cricket li eliminano. 

A questo punto non gli resta che salvare Liz, gli amici, la madre (Penelope Wilton) e il patrigno (Bill Nighy) di Shaun.

Da qui in poi, il film presenterà un susseguirsi di inconvenienti e imprevisti, e noi vedremo personaggi inaspettati (ad esempio un cameo di Martin Freeman); ma la cosa sorprendente è che Shaun, personaggio inizialmente privo di vitalità, si rivelerà il vero trascinatore della compagnia.

                                                                                                                                                                                            Voto 8/10

1 Commento

Archiviato in Movies, Settimana a tema

Una risposta a “Settimana a tema: zombie. Shaun of the Dead (import. da sneakapeakblog)

  1. mi manca… lo guarderò. grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...