15. italiani che non siete altro

Italiani che non siamo (siete) altro, continuiamo (continuate) a dare ascolto a vecchi pazzi.
Quello che rincorre adolescenti e poi dice che sono nipoti di Mubarak, ma visto che il sesso è un argomento controverso e divertente continuate a votarlo perché nei vostri cuori quel vecchio pazzo (perché di un vecchio pazzo si tratta) è diventato una macchietta. Quell’altro che candida un signor signore alla presidenza della repubblica e poco dopo lo insulta; critica il vecchio modo di far politica e poi si comporta da massone, con riunioni segrete ed espulsione a pagaiate dei membri del movimento (perché non si chiama partito, non vuole avere niente a che fare con la politica, lui…eh!).
Ed è divertente da un lato osservare tutto questo, perché ci si rende conto che in realtà non avete bisogno di qualcuno che svolga quel lavoro in modo onesto e limpido, ma avete bisogno di capi da seguire, di punti di riferimento. Avete bisogno di una squadra per cui fare il tifo, una squadra che si identifica nel suo capitano. Perché non vi identificate nemmeno in voi stessi.

Lascia un commento

Archiviato in niente di particolare, riflessioni del momento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...